- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

“Michael non stava bene con gli adulti”

jackson_michael

jackson_michael

“Non potevo crederci quando ho sentito alla radio, che Michael era morto.

Poi quando ho capito che era vero, sono scoppiata a piangere: per me quel bambino era come un figlio, gli volevamo bene tutti, io e i miei figli”.

Sono le parole di una commossa e turbata Sophia Loren, che ha affidato alle pagine di un noto quotidiano italiano il racconto della sua amicizia con Jacko

Oltre a essergli amica, la Loren era anche vicina di casa, quando ancora possedeva un ranch a Los Angeles, distante poco meno di mezz’ora da quello che il re del pop aveva a Ichino.

“Io e i miei due ragazzi andavamo a trovarlo e stavamo bene con lui, e lui stava bene con noi” – continua la Loren – ”Ma Micheal non era a suo agio con gli adulti, il solo mondo in cui si sentiva protetto e sicuro era quello dell’infanzia. Stava bene con i ragazzini e con persone come me, che in fondo non sono mai cresciuta.

Un legame con i bambini, forse perché la sua è stata un’infanzia spezzata. Ma adesso è inutile interrogarsi sui comportamenti del cantante. Non serve a niente, perchè ormai lui non c’è più.