- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Obama: “Sentimenti razzisti nelle forze di polizia”

<p>Barack Obama</p>

Barack Obama


“I poliziotti hanno agito in maniera stupida”.

Così Barack Obama al termine della sua conferenza stampa di ieri, ha commentato l’errore commesso da alcuni agenti statunitensi, che hanno arrestato un professore di colore scambiandolo per un ladro.

Il primo presidente nero degli Stati Uniti ha dichiarato che, tra le forze dell’ordine, esiste ancora un sentimento razzista.

“Al di là di questo incidente – ha detto Obama – è un fatto che negli Stati Uniti, da tanto tempo, gli afroamericani e i gli ispanici sono arrestati in modo sproporzionatamente alto rispetto ai bianchi, e come la razza rimanga un fattore importante nella società”.

L’episodio cui ha fatto riferimento Obama si è verificato la settimana scorsa, a Cambridge in Massachusetts. Protagonista della vicenda, Henry Louis Gates, luminare nero, fotografato e trattenuto quattro ore in commissariato come un criminale con la sola colpa di aver dimenticato le chiavi e aver scassinato la porta dicasa propria.

“Gates è un mio amico – ha affermato Obama – e potrei essere influenzato. Non essendo stato presente, non conosco tutti i dettagli dell’episodio e non so che ruolo abbia giocato la razza nella vicenda, ma conosco il rapporto della polizia secondo cui gli agenti sono stati chiamati per un tentativo di furto. Quando Gates è entrato a casa e ha mostrato le prove che quella era realmente casasua, è stato comunque arrestato per disturbo della quiete pubblica. Credo che tutti, al posto suo, ci saremmo arrabbiati e che la polizia di Boston abbia agito in maniera stupida”.