- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

“Se venderò Villa Certosa? Devo pensarci…”


<p>Silvio Berlusconi</p>

Silvio Berlusconi

“Voglio che il vertice per la riorganizzazione dell’esecutivo si tenga all’Aquila”.

Il presidente del consiglio Silvio Berlusconi ribadisce il suo impegno per i terremotati.
Intervistato dal Corriere della Sera, il premier illustra alcuni dei suoi progetti, tra cui una riunione tra ministri, capigruppo e coordinatori del Pdl all’Aquila, per rilanciare l’azione politica del governo e per far sì che i politici si rendano conto di persona di come stanno le cose.

Poi il presidente del consiglio spiega a che punto sono i lavori per la costruzione di appartamenti per i terremotati.
“Stiamo preparando alloggi per 19 mila persone, due blocchi di villette a schiera, sarà una urbanizzazione con campi gioco, con il verde, vedrete, la gente si troverà bene e non si muoverà più da lì. Proprio oggi ho firmato l’autorizzazione all’acquisto di 4 lotti di mobili per 4mila alloggi, e tutto sarà pronto per fine ottobre, massimo metà novembre. Quando prendo un impegno lo rispetto”.

Non mancano domande su Vila Certosa. Argomento sul quale il premier si mostra evasivo.”Se venderò la villa? Mah, non lo so, devo pensarci… Vedremo. Quel che è certo è che stamattina ho fatto il direttore dei lavori, perché qui ci sono molte cose da mettere a posto”.

Berlusconi commenta poi l’iniziativa del sindaco di Milano Letizia Moratti, che ha emesso un’ordinanza sul divieto di vendita e consumo di alcol ai minori di 16 anni.”Un’idea eccellente – a detta del presidente del consiglio -. Spero venga ripresa da tutte le amministrazioni d’Italia. Mi preoccupa molto l’uso sconsiderato che i giovani fanno dell’alcol, e infatti da tempo avevo in mente di agire per mettere rimedio a una grave emergenza”.

Infine il G8. “Mi fa veramente piacere constatare quanto successo abbia avuto. Ricevo continuamante telefonate di complimenti per come tutto è stato organizzato, per i risultati ottenuti. Voi giornalisti non lo avete scritto, ma tutte le decisioni, tutte, sono state prese all’unanimità, e sono assolutamente convinto che i dossier andranno avanti”.