- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Uccisi due omosessuali a Tel Aviv

 Duplice omicidio per discriminazione sessuale avvenuto a Tel Aviv.

Ieri sera, un circolo per gay e lesbiche della città, un uomo incappucciato ha aperto il fuoco ferendo un ragazzo 26enne, una ragazza 16enne e ferendo altre 13 persone mentre si stava svolgendo una festa per adolescenti gay.

La notizia ha colto di sorpresa tutto Israele, dato che Tel Aviv è una città cosmopolita e “la più tollerante del paese”, come dice Avi Sofer, un attivista per i diritti gay.

Alona, una 18enne testimone dell’attacco, conferma le parole di Sofer: “Questa è una città con una mentalità molto aperta, abbiamo sempre potuto incontrarci liberamente. 

Anche se ad alcuni non piacciamo”, chiaro riferimento agli ebrei ultra – ortodossi per i quali l’mosessualità è un abominio contro Dio.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha condannato fortemente l’accaduto, affermando che Israele è uno stato libero e che deve essere tollerante con tutti.