- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Valanga di voti su Karzai

<p>Hamid Karzai </p>

Hamid Karzai

A quattro giorni dal voto in Afghanistan, lo spoglio procede con grande lentezza e neppure l’affluenza alle urne è stata annunciata.

Domani dovrebbero esserci primi risultati parziali, mentre i definitivi potrebbero slittare al 17 settembre. Sembra che abbia votato un afghano su due, una grande partecipazione considerate le minacce dei talebani a chi avesse partecipato al voto.

Secondo fondi occidentali, il presidente Karzai comunque avrebbe vinto al primo turno con una valanga di voti, il 72%, mentre il suo principale rivale nella corsa alla presidenza, Abdullah Abdullah, avrebbe ottenuto il 23% dei consensi.

La notizia è riportata su un quotidiano britannico, che cita i dati raccolti da un team di osservatori nei seggi elettorali.

Ieri Abdullah Abdullah ha denunciato “vasti brogli” orchestrati dal governo uscente.

Abdullah ha detto che sarebbero stati gonfiati i dati sull’affluenza nel sud. “Ci sono irregolarità, frodi e tentativi di brogli massicci”, ha detto l’ex ministro degli Esteri di Karzai, basandosi in particolare sui rapporti dei suoi osservatori all’interno dei seggi elettorali.

Stando a quanto riferisce un’analista, la valanga di voti conquistata da Karzai e annunciata da un giornale britannico, troverebbe una spiegazione se venisse confermato il successo elettorale del presidente uscente anche nel nord
dall’Afghanistan, grazie all’accordo raggiunto con il signore della guerra, il generale Abdul Rashid Dostum.

Da giovedì scorso, giorno delle elezioni presidenziali e provinciali in Afghanistan, la commissione per i reclami elettorali ha ricevuto 225 denunce: di queste, 35 sono state definite ad alta priorità.