- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Attentato all’Onu, 12 morti

<p>Hamid Karzai </p>

Hamid Karzai

Ancora un attentato a Kabul.

E’ di almeno dodici vittime il bilancio dell’attacco a una foresteria dell’Onu nel cuore della capitale afgana.

L’attentato è stato rivendicato dai talebani e vi hanno perso la vita sei funzionari Onu, due guardie di sicurezza, un civile afgano e tre assalitori.

Altri nove dipendenti dell’organizzazione internazionale sono rimasti feriti. Per proteggere gli stranieri nella capitale afgana, il presidente Hamid Karzai ha ordinato il dispiegamento di una “forza di sicurezza rafforzata” a difesa delle organizzazioni internazionali che operano in Afghanistan.

Quello di questa mattina è stato un attacco in grande stile da parte dei talebani, avvenuto nel quartiere di Shar-e-Naw: alcuni dei guerriglieri indossavano giubbotti imbottiti di esplosivo, altri erano muniti di kalashnikov e armi automatiche. “E’ stato un evento gravissimo. Non era mai accaduto nulla di così grave in passato per noi”, ha riferito un portavoce, Adrian Edwards delle Nazioni Unite.

Poco dopo, in un luogo non distante, due razzi hanno raggiunto il giardino che circonda l’Hotel Serena, un albergo di lusso frequentato per lo più dagli stranieri che arrivano nella capitale. Questo secondo attacco non ha provocato vittime. Il primo attacco, all’alba, è stato già rivendicato da un portavoce dei talebani. Con una telefonata all’Associated Press, il portavoce Zabiullah Mujahid ne ha rivendicato la paternità, dicendo che tre militanti che indossavano giubbetti suicidi, armati di bombe a mano e mitra, hanno compiuto l’assalto.

Il portavoce ha detto che tre giorni fa i talebani avevano diffuso un comunicato con il quale minacciavano tutte le persone che lavoravano nell’organizzazione delle elezioni del 7 novembre per il ballottaggio tra Hamid Karzai e Abdullah Abdullah. “Questo è il nostro primo attacco” ha detto Mujahid. Intanto il presidente afgano ha ordinato questa mattina il dispiegamento di una “forza di sicurezza rafforzata” a difesa delle organizzazioni internazionali che operano in Afghanistan.