- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

“Lo merita, ma è prematuro”

 

</p>

Il Nobel ad Obama ha sorpreso tutti, anche lui stesso e le reazioni sono state contrastanti. Non tutti sono favorevoli, anche se lo approvano, perché pensano che sia un po’ prematuro.

 

“Adoro Obama – ha detto James Grady – ma penso che sia presidente da troppo poco per meritarsi un premio. La sua campagna elettorale rappresenta gli ideali stessi del premio e, dunque, probabilmente Obama aveva i requisiti per essere candidato. La cosa buffa è che ora dovrà dimostrare ancor più di esserselo meritato, perché la destra cercherà di usare il Nobel contro di lui. Sono, dunque, felice e al tempo stesso preoccupato”.

Simile il parere di James Lee Burke anche se un pochino più ottimista: “Il Nobel è un meraviglioso riconoscimento agli sforzi e all’approccio intelligente del presidente Obama in politica estera. La destra americana farà carte false per destabilizzarlo, ma l’elezione di Obama ha dimostrato che gli USA sono ancora il paese di Thomas Jefferson”.

Per Joe Cottonwood, invece, “questa è una di quelle occasioni in cui il comitato per l’assegnazione del Nobel fa la cosa giusta, anzi giustissima. Non sempre succede”.

Christopher Cook è invece più critico. “Pensavo che il Nobel andasse a chi le cose le ha già realizzate. Credo che il premio Obama lo abbia ricevuto per ciò che farà o che il comitato spera possa fare. Sono pro-Obama, ma il premio mi sembra prematuro”.