- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Altri soldati, ma solo fino al 2011

Barack Obama ha definito la sua strategia per l’Afghanistan.

<p>Barack Obama</p>

Barack Obama

Entro l’estate del 2010 invierà altri 30mila soldati, ma ha anche stabilito che il passaggio delle consegne fra gli americani e i militari e le forze di polizia afgana avverrà a partire dal luglio del 2011.

Una data precisa dunque, un’inizio di “exit strategy” con cui vuole convincere gli americani che la sua escalation sarà temporanea. Con un unico obiettivo: vincere una guerra per la quale sono già state sacrificate centinaia di giovani vite americane.

“I talebani saranno paralizzati prima della nostra partenza – ha spiegati Obama – e non costituiranno più una minaccia per il governo legittimo di Kabul”.

Il presidente degli Stati Uniti ha sostanzialmente due obiettivi, molto ambiziosi: il primo è quello di indebolire e distruggere il potenziale militare dei talebani e di Al Qaeda con una escalation delle attività militari nella regione, il secondo di rafforzare militaremente e politicamente sia l’Afghanistan che il Pakistan.