- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Il legittimo impedimento in Senato

</p>

Il disegno di legge sul legittimo impedimento arriva in Senato.

Il provvedimento permette al presidente del Consiglio Silvio Berlusconi di bloccare per diciotto mesi i suoi processi.
La maggioranza punta ad approvarlo in via definitiva nel giro di pochi giorni, nonostante gli ostacoli dell’opposizione.
Il disegno di legge stabilisce che il premier può ottenere il rinvio dell’udienza dei processi in cui è imputato, perché “legittimamente impedito” dalle sue attività di governo a comparire in tribunale.

Ogni rinvio può estendersi fino a sei mesi, per un totale di diciotto mesi.
E’ sufficiente che la presidenza del Consiglio attesti l’esistenza di questo impedimento, perché il giudice rinvii il processo ad altra udienza.

Queste norme sono estese anche ai ministri. Finora il giudice aveva un certo margine di discrezionalità nel decidere caso per caso se l’impedimento dell’imputato-premier fosse legittimo e accordare o meno il rinvio.
I giudici che stanno processando Berlusconi a Milano nel processo sui presunti fondi neri di Mediaset hanno respinto il primo marzo la sua richiesta di legittimo impedimento, dicendo che il consiglio dei ministri fissato in quella data non era necessario e inderogabile.