- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

“Il presidenzialismo? Sì, ma non ora”

</p>

“Il presidenzialismo? Sì, ma non in questa legislatura”. E’ questo il commento del presidente della Camera Gianfranco Fini dopo le dichiarazioni sul tema di Berlusconi.

“Mi fa piacere – ha aggiunto Fini -, sono convinto che la democrazia deve essere rappresentativa, ma credo che in questa legislatura sarà difficile parlare di forma presidenzialista e sarà più complesso proprio perchè non credo che l’opposizione sia disposta a parlare di riforma presidenzialista. Se l’opposizione non è d’accordo su questo punto si andrà al referendum approvativo”.

Secondo la terza carica dello Stato, bisognerà anche sciogliere il nodo sulla figura di un presidente della Repubblica anche capo dell’esecutivo, “su questo dovremmo discutere – ha proseguito Fini – il modello francese è comunque un modello esportabile pur con pesi e contrappesi. In ogni caso non è vero che il presidente eletto dal popolo è un dominus assoluto”.

“Oggi le riforme le dobbiamo fare – ha concluso Fini – ma non dobbiamo parlare come un mantra consolatorio perchè la pubblica opinione non crede più a una classe dirigente che parla di riforme e poi non le fa”.

“Tra l’originale e la fotocopia si sceglie l’originale. Il rapporto con la Lega è strategico non solo per il Nord ma per l’Italia, ma se il Pdl sembra la fotocopia della Lega perchè mai si deve scegliere la fotocopia e non l’originale?”

“Ho trovato la dichiarazione del ministro Maroni encomiabile. E’ stato bravo nel sottolineare che al ministro degli Interni, nelle prefetture e nelle questure operano funzionari che sanno il fatto loro. Ha avuto il senso delle istituzioni”.

Cosi’ il presidente della Camera, Gianfranco Fini, ha risposto ad un giornalista sulle polemiche sul numero dei partecipanti alla manifestazione del Pdl a Roma sabato scorso, nel corso di un’intervista pubblica al Caffe’ Pedrocchi di Padova, per presentare il suo ultimo libro ‘Il futuro della libertà.

Il presidente della Camera ha quindi spiegato “e’ naturale poi che tra chi organizza le manifestazioni e le autorita’ che sovrintendono all’ordine pubblico ci sia una diversita’ di opinioni ma Maroni e’ stato bravo a dire basta. Non si puo’ fare polemiche su tutto”.