- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Deraglia treno, 11 morti

</p>

Si aggrava il bilancio delle vittime dell’incidente ferroviario di stamattina.

Ora si parla di 11 morti accertati e 28 feriti di cui alcuni in gravi condizioni.

I soccorritori continuano a scavare nel fango che ha invaso completamente alcune carrozze del treno passeggeri della Sad, la Società provinciale trasporti che gestisce la tratta ferroviaria Malles-Merano. Uno dei vagoni deragliati è sospeso nel vuoto e rischia di precipitare nell’Adige. In quel tratto la linea corre a ridosso di una scarpata a picco sul fiume.

Il direttore della linea Hemuth Moroder avrebbe già individuato le possibili cause dell’incidente. Forse la rottora di un tubo di un impianto di irrigazione. Alcuni alberi travolti dallo smottamento hanno impedito che il treno precipitasse nel fiume.

Il presidente altoatesino ha parlato della “più grave sciagura ferroviaria verificatasi in Alto Adige”. E già sono scoppiate polemiche. La linea era stata dismessa una ventina di anni fa perchè considerata un “ramo secco” dalle Ferrovie Italiane.

E’ stata sucessivamente rimessa a nuovo con un ingente investimento della Provincia Autonoma per garantire la mobilità locale ed è diventata di fatto una metropolitana di superficie tra la Val Venosta e Merano.