- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Uccisi i leader locali di Al Quaeda

</p>

Uccisi due dei principali capi di Al Qaeda.

Si tratterebbe di  Abu Ayyaub Al-Masri, successore di Al Zarqawi alla guida dell’organizzazione terroristica in Iraq, e Abu Omar Al Bagdadi, leader di un’alleanza di gruppi terroristici nota come Stato islamico iracheno.

La notizia è stata resa nota dal primo ministro uscente Nuri Al Maliki ha reso noto che una squadra dei servizi segreti, con il supporto delle forze Usa, ha ucciso. Nel corso dell’operazione condotta in una casa nella provincia di Salaheddin, sarebbero stati uccisi anche altri terroristi.

“I capi di Al Qaeda, Abu Omar Al Bagdadi e Abu Ayyub Al Masri sono stati uccisi due giorni fa nei pressi del lago Tharthar in un attacco congiunto degli iracheni e degli americani contro una abitazione”, ha dichiarato il primo ministro uscente in una conferenza stampa trasmessa alla televisione.

Al Maliki ha anche mostrato delle fotografie dei due militanti uccisi, assicurando che gli americani hanno effettuato test del dna per confermarne l’identità. La notizia è stata successivamente confermata da fonti militari statunitensi con un comunicato.

Sempre oggi, la commissione elettorale irachena ha ordinato il riconteggio dei voti delle elezioni legislative del 7 marzo espressi in alcuni distretti di Bagdad. Citando fonti della commissione, la tv di Stato al Iraqiya ha reso noto che il nuovo scrutinio manuale è iniziato immediatamente. Dopo la vittoria per un solo seggio (69 a 68) da parte della coalizione di Iyad Allawi contro quella di Al Maliki, quest’ultimo aveva più volte denunciato irregolarità e chiesto un riconteggio dei voti.