- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Montezemolo: “Sto con Sky”

<p>Luca Cordero di Montezemolo</p>

Luca Cordero di Montezemolo

E’ ancora polemica sulle intercettazioni.

Nonostante la prima parziale marcia indietro della maggioranza sul ddl, giudicato insufficiente dal Pd e da Di Pietro.

Commenti anche dagli Stati Uniti. “Non vorremmo mai che succedesse qualcosa che impedisse ai magistrati italiani di fare l’ottimo lavoro svolto finora: le intercettazioni sono uno strumento essenziale per le indagini nella lotta alla mafia”, dice in una conferenza stampa all’ambasciata a Roma il sottosegretario al Dipartimento di Giustizia con delega alla criminalità organizzata internazionale Lanny Brauer.

Sky, intanto, ha annunciato in una nota che “chiederà un intervento a tutte le autorità internazionali competenti, anche ricorrendo presso la corte europea dei diritti dell’uomo”.

Sull’argomento è intervenuto questa mattina anche Montezemolo: “Condivido la linea degli editori, e ho visto anche come un editore importante e innovativo come quello di Sky, segnalino un’anomalia rispetto ad altri paesi europei. Quindi credo che ci sia la necessità di parlare e, da un lato, tutelare la privacy poichè la pratica delle intercettazioni non è più accettabile nei confronti dei singoli cittadini, e dall’altra però utilizzare lo strumento fondamentale in tante indagini e processi”.

La Federazione nazionale della stampa chiama intanto a raccolta per lunedì i direttori delle principali testate italiane per parlare della legge sulle intercettazioni: “La notizia prima di tutto, fermiamo la legge bavaglio”, è lo slogan dell’iniziativa.

Il direttore del Giornale Feltri ha criticato duramente in un editoriale il provvedimento sulle intercettazioni per quanto riguarda la parte dedicata alla divulgazione di quelle telefoniche: si tratta, sostiene, “di un attentato alla libertà di stampa e non potrà passare al vaglio della Corte Costituzionale, mi auguro”.