- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

“Scajola e Verdini casi isolati”

<p> Silvio Berlusconi</p>

Silvio Berlusconi

“Scajola e Verdini casi isolati”.

A parlare è il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Per il premier, il coinvolgimento dell’ex ministro dello Sviluppo e dell’attuale coordinatore del Pdl nelle inchieste sugli appalti per le Grandi Opere sono da considerarsi “casi personali e isolati che nulla hanno a che vedere con l’attività del governo” e del Pdl.

“Dagli ultimi sondaggi – ha detto Berlusconi – risulta che per l’opinione pubblica è chiaro che questi casi non hanno nulla a che vedere né con l’attività di governo né con quella del partito. Una cosa è certa: il Popolo della Libertà non ha mai ricevuto finanziamenti illeciti da nessuno e semmai è stato il presidente del Consiglio a intervenire sulle finanze interne con mezzi propri”.

Ai primi di maggio Scajola ha lasciato il ministero per potersi difendere dal sospetto di aver acquistato un appartamento a Roma con vista Colosseo con soldi di terzi. Mentre Verdini è indagato per corruzione dalla procura di Roma nell’ambito di un’inchiesta su un presunto comitato d’affari che avrebbe gestito l’assegnazione di una serie di appalti in Sardegna.

Berlusconi ha escluso in modo categorico l’ipotesi di una nuova Tangentopoli. “Non mi è piaciuta per nulla l’ennesima esibizione di isteria giustizialista, con la pubblicazione di centinaia di nomi di clienti di un’azienda presentati come se fossero tutti dei colpevoli. Non è gettando fango su alcuni innocenti che si fa giustizia. Se ci saranno casi di comportamenti illegittimi saranno i magistrati ad accertarlo. E in questo caso ci sarà severità di giudizio e di decisione nei confronti di chi fa politica e ha responsabilità pubbliche”.