Invia questo articolo Stampa questo articolo
Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Webnews
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • Live-MSN
  • MySpace
  • OKnotizie
  • Technorati
  • YahooMyWeb
  • TwitThis
Cronaca - Il presidente Sarkozy ha confermato la politica dei rimpatri

Questione rom, è scontro Francia-Ue

<p>Nicolas Sarkozy</p>

Nicolas Sarkozy

Questione rom, è scontro Francia-Ue.

La Francia non è razzista, ma continuerà a smantellare i campi illegali. A lanciare il messaggio è il presidente francese Nicolas Sarkozy nel corso dell’incontro di ieri, giovedì, a Bruxelles con la commissione europea sulle politiche di rimpatrio della Francia.

Anche Silvio Berlusconi ha deciso di schierarsi dalla parte di Sarkozy, appoggiando le dichiarazioni del presidente francese.
Il premier italiano avrebbe, inoltre, chiesto una maggiore consultazione degli stati membri prima dell’adozione di azioni comunitarie.

Sarkozy, nel corso di una conferenza stampa, ha affermato che la Merkel avrebbe comunicato l’intenzione di chiudere i campi nomadi in Germania.
Subito è arrivata la smentita da Berlino. In una nota si legge che la Merkel “non ha mai parlato di campi Rom in Germania e tantomeno di una loro evacuazione”.

17 settembre, 2010 - 11.00