- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Misseri accusa: “E’ stata Sabrina”

<br /> [1]

Michele Misseri torna sui luoghi del delitto e accusa di nuovo sua figlia.

Davanti all’abitazione ci sono il difensore di Michele, Daniele Galoppa, e la criminologa di parte, Roberta Bruzzone. I nuovi scenari sono stati aperti dalla confessione fiume di Misseri: Sabrina ha fatto tutto da sola, avrebbe detto. Lui avrebbe soltanto occultato il cadavere e la violenza sessuale era un’invenzione.

È questa l’ultima verità di Michele Misseri raccolta ieri in sei ore di interrogatorio nel carcere di Taranto e che inchioderebbero definitivamente Sabrina. Una confessione spontanea quella di Michele, arrivata assolutamente a sorpresa: alle 12,40 l’avvocato di Misseri, Daniele Galoppa, è entrato in carcere insieme con la criminologa Roberta Bruzzone che forse è riuscita a trovare le parole giuste per far parlare Michele.

Dopo due ore dal loro ingresso in carcere è arrivata la telefonata in procura. “Michele vuole essere ascoltato, ha delle cose molto importanti da dire”.

Il pm Mariano Buccoliero è corso raggiunto dal procuratore Franco Sebastio, l’aggiunto Pietro Argentina, il comandante provinciale dei carabinieri, Giovanni Di Blasio e del nucleo operativo, Antonio Russo. Sono usciti alle 21. “L’interrogatorio è stato segretato, ma ci sono rivelazioni clamorose” ha spiegato Galoppa.

Bocche cucite fino a martedì quando le parole di Misseri verranno ufficializzate nel corso dell’udienza al tribunale del Riesame quando si dovrà decidere della scarcerazione di Sabrina chiesta dai suoi avvocati. Che ora dicono: “Se Misseri ha cambiato di nuovo versione, è la prova che è un testimone inaffidabile”.