- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

“Fini mi denunci”

<p>Maurizio Belpietro</p>

Maurizio Belpietro

Belpietro ai pm: non rivelo le mie fonti.

Maurizio Belpietro non parla. Il direttore di “Libero” non ha voluto svelare alla magistratura il nome della sua fonte. La stessa che gli avrebbe raccontato di un finto attentato già organizzato, che avrebbe dovuto avere come bersaglio Gianfranco Fini.

La notizia è comparsa su Libero, in un articolo di fondo firmato dallo stesso direttore.

Sul fatto, Belpietro è stato ascoltato dal sostituto procuratore di Milano Armando Spataro. Al quale, però, il giornalista ha detto poco o niente.

La replica di Fini è arrivata seduta stante. Il presidente della Camera ha detto di essersi sentito diffamato. “Se è così, mi denunci”, ha risposto Belpietro.

“Ho parlato di una cosa vera – ha spiegato il giornalista – che aveva come obiettivo Fini, ma l’obiettivo era anche far ricadere la responsabilità della vicenda sul presidente del Consiglio. Questo è ciò che mi è stato raccontato e che ho riferito ai magistrati. Se poi i giornali per esigenze di copione devono raccontare balle, questo è un altro fatto: si sono scritte cose che non stanno nè in cielo nè in terra”.

L’inchiesta aperta dalla procura di Milano, per ora, resta senza ipotesi di reato né indagati.