- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Sognava di diventare un militare

<p>Il Lince, il mezzo usato dai parà in Afghanistan</p>

Il Lince, il mezzo usato dai parà in Afghanistan

Un ragazzo con la testa sulle spalle che da bambino sognava di fare il militare.

Così viene ricordato nel paese di nascita il caporal maggiore Nicola Casà, 24 anni di Raffadali (Agrigento), che è morto nel ribaltamento del Lince lungo l’Aurelia, Tarquinia venerdì sera.

La drammatica notizia ha raggiunto in un lampo Raffadali, la cittadina siciliana dove era nato Nicola e dove vive la sua famiglia.

Un fratello più giovane, Francesco, anche lui arruolato nell’esercito, e i genitori, entrambi collaboratori scolastici in istituti di Agrigento.

Nicola dopo aver conseguito il diploma si è arruolato. Proprio come aveva da sempre desiderato. Una vita breva segnata dalla serietà e dall’impegno. Il caporal maggiore di Raffadali era in forza al 185esimo reggimento acquisizioni obiettivi della brigata paracadutisti della Folgore di Pisa. Era in servizio dal novembre del 2005.

Alla famiglia di Nicola sono arrivate le condoglianze del capo di Stato maggiore dell’esercito, Giuseppe Valotto, del ministro della Difesa, Ignazio La Russa, e del sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro.