- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Battistoni, nuove opportunità per tabacco e zootecnica

<p>Francesco Battistoni</p>

Francesco Battistoni

- “Abbiamo intrapreso un nuovo modo di fare politica e di amministrare.”

E’ quanto dichiarato dal Presidente della Commissione regionale agricoltura, Francesco Battistoni, intervenuto a Tuscania al convegno sulle opportunità offerte al settore tabacco e zootecnia, attraverso le misure 214.1 e 215 del Psr Lazio.

“Tutti i provvedimenti fin qui posti in essere, sia in Regione sia in Commissione agricoltura, – prosegue il Presidente – sono scaturiti da un confronto diretto e costante con le organizzazioni di settore e con i territori.

Già nel 2010, in qualità di assessore all’Agricoltura, recependo le istanze dei nostri produttori di tabacco, mi ero attivato perché venisse reso operativo un nuovo bando per permettere agli agricoltori di accedere alle risorse del Programma di Sviluppo Rurale”.

Il settore tabacchicolo, nonostante il notevole ridimensionamento subito, con i suoi 600 ha visto il grande numero di addetti, impiegati nel comparto. Rimane una produzione importante per la Tuscia, con una forte rilevanza anche sociale.

“La stessa attenzione e lo stesso impegno – sottolinea Battistoni – sono sempre stati dedicati anche agli altri settori e a quelli che, come la zootecnia ed in particolare il comparto ovicaprino, attraversano una difficile stagione di crisi.

Che l’amministrazione regionale si sia mossa sulla strada già segnata – aggiunge – non può che farmi piacere, per l’agricoltura e per i nostri imprenditori. Le risorse messe a disposizione attraverso le misure 214.1 e 215 permetteranno di dare una boccata d’ossigeno agli allevatori e ai coltivatori, ma così come hanno sottolineato, anche ieri, i rappresentanti delle organizzazioni presenti, c’è ancora molto da fare per il rilancio dell’intero settore.

Il Piano di sviluppo rurale (Psr) è il nostro strumento programmatorio e finanziario, che va però affiancato da provvedimenti che lo rendano ancor più efficace. La legge sui Confidi, attesa da tutto il mondo agricolo, e approvata in tempi record dal Consiglio, rappresenta uno strumento di supporto al Piano di sviluppo, che faciliterà l’accesso al credito per le imprese (3 milioni di euro a disposizione per il settore).

Un atto normativo che – conclude il presidente Battistoni – attende il suo regolamento attuativo di Giunta per essere pienamente operativo. E’ a questa che bisogna dare priorità per agevolare gli investimenti dei nostri imprenditori”.