Invia questo articolo Stampa questo articolo
Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
  • Webnews
  • Digg
  • del.icio.us
  • Facebook
  • Google Bookmarks
  • LinkedIn
  • Live-MSN
  • MySpace
  • OKnotizie
  • Technorati
  • YahooMyWeb
  • TwitThis
Politica - Bersani (Pd): "Un insulto per il Parlamento"

Norma salva-Berlusconi, è polemica

<p> Silvio Berlusconi</p>

Silvio Berlusconi

La norma salva-Berlusconi riaccende la polemica.

Si ravviva la discussione nel mondo politico, dopo l’inserimento nella Manovra di una norma definita “salva-Berlusconi”. Si tratterebbe di un provvedimento che sospende una sentenza su un risarcimento civile se la condanna supera un certo importo e se la parte che deve pagare ha prestato idonea cauzione.

A una prima analisi, tutto farebbe pensare al famoso Lodo Mondadori, con il quale la Fininvest avrebbe dovuto risarcire alla Cir di De Benedetti un importo di 750 milioni di euro. Per l’opinione pubblica è l’ennesima legge ad-personam che il Premier avrebbe inserito nella sua azione politica.

Non si è fatta attendere la reazione dell’opposizione, che non ha mancato di condannare il premier, sottolineando che si tratta di una protezione sfacciata di interessi privati, proprio quanto si stanno chiedendo al Paese grandi sacrifici.

Il segretario del Pd ha definito la norma un “insulto al Parlamento”. Ma il provvedimento, inserito all’ultimo minuto in un decreto-legge, non ha convinto neanche gli esperti di legge, che hanno sottolineato la mancanza di un requisito dell’urgenza per essere inserito nell’ambito della Manovra.

5 luglio, 2011 - 10.23