- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

55 iniziative nel Lazio

Riceviamo e pubblichiamo - Dopo i primi tre giorni, le iniziative di Puliamo il Mondo registrano già un nuovo successo a Roma e nel Lazio, confermando la riuscita e l’importanza della storica campagna nazionale di Legambiente giunta alla diciannovesima edizione e svolta anche grazie alla collaborazione del Tgr Lazio della Rai.

Sono già diverse migliaia i volontari in azione a Frosinone, Latina e nei Castelli Romani per la rimozione dei rifiuti, come anche nel resto della Regione, nelle prime 55 azioni già realizzate, che proseguiranno fino al 24 settembre.

Raccolte nei parchi e nelle strade tonnellate di rifiuti come plastica, vetro, carte, ma anche batterie di auto ed elettrodomestici, lasciati all’aria aperta senza alcuno scrupolo, mettendo a rischio la salute altrui.

“Puliamo il Mondo si conferma un successo, la crisi incoraggia la voglia di darsi da fare, di mettersi insieme e agire concretamente per migliorare i nostri quartieri e i nostri paesi – dichiara Lorenzo Parlati, presidente di Legambiente Lazio -. Ora sta alle Amministrazioni raccogliere questa disponibilità, smettendola con la sindrome troppo diffusa del “non disturbate il manovratore” e attuando il principio costituzionale della sussidiarietà, del coinvolgimento dei cittadini. Sui rifiuti la ricetta è chiara e dove si applica funziona: porta a porta per la raccolta differenziata.

E’ assurdo, allora, che la Regione si ostini verso un nuovo piano rifiuti tutto fatto di discariche e incenerimento, addirittura con un commissario che entro fine ottobre dovrà identificare nuovi siti per seppellire i rifiuti. A Palidoro, Riano, Malagrotta o chissà dove non si dovrà mai scavare, la soluzione è nell’attuazione di un nuovo modello di gestione dei rifiuti.”

Per la domenica di Puliamo il mondo, ramazze all’opera a Frosinone, Sgurgola e Latina, dove i circoli Legambiente hanno dato vita ad una grande opera di raccolta rifiuti, con successive visite guidate e altre azioni.

Ramazze in azione anche a Vallinfredda, Lanuvio, Ariccia e Genzano, dove i comuni e Legambiente Appia Sud hanno coordinato l’azione di pulizia nella magnifica area di Colle Pardo e di alcuni tratti della bellissima Appia Antica.

A Soriano nel Cimino, dopo il lavoro dei giorni scorsi, l’attenzione dei volontari si è spostata a Castello Orsini.

Nella capitale, grande ramazzata a Villa Ada con i volontari del circolo Legambiente Sherwood, al Parco Talenti pulizia promossa dal circolo Legambiente Aniene, lavori intensi col circolo Legambiente Garbatella al Parco Cavallo Pazzo e nell’area verde di Via Rosa Raimondi Garibaldi.

Completato il lavoro da parte dell’associazione Viviamo Vitinia presso via Copparo e via del Risaro, dove sono stati rimossi rifiuti ingombranti quali elettrodomestici e laterizi presenti in zona. Legambiente Capoprati e l’Associazione Tracce hanno raccolto rifiuti nelle scarpate che fiancheggiano la pista ciclabile.

Le Guardie per l’Ambiente si sono occupate del parco dell’Acquedotto Alessandrino e anche la Parrocchia di San Michele ha preso guanti e sacchi per un piazzale a Pietralata.

“Per la gestione dei rifiuti e la pulizia, serve una nuova sinergia tra associazioni, comitati e amministrazioni – afferma Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio -. I Comuni devono abbandonare politiche fallimentari e puntare tutto sul porta a porta, eliminando i cassonetti dalle strade, e coinvolgendo i cittadini in un grande progetto di riduzione, riuso e raccolta differenziata che superi le discariche. I cittadini continuano a dimostrare di tenere molto a beni comuni, la stessa cosa devono cominciare a fare le istituzioni”.

Puliamo il Mondo continua fino al 24 settembre ed è ancora possibile aderire alle varie iniziative già fissate o proporne di nuove consultando la pagina web di Legambiente Lazio o chiamando la info line 347 2310122.

Legambiente Lazio