- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Gaffe della Gelmini: “Un tunnel tra Gran Sasso e Cern”

Mariastella Gelmini

Gaffe della Gelmini: “Un tunnel tra Gran Sasso e Cern”.

Sta facendo il giro del web ed è già un cult. La gaffe della Gelmini sul “tunnel tra il Cern e il Gran Sasso” sta facendo il giro del Web.

Tutto nasce da un comunicato diffuso dal ministero dell’Istruzione. Nella nota il ministro plaude alla “scoperta del Cern di Ginevra e dell’Istituto nazionale di fisica nucleare” sui neutrini. “Un avvenimento scientifico di fondamentale importanza”. Fin qui tutto normale, ma poi arriva lo scivolone: “Alla costruzione del tunnel tra il Cern ed i laboratori del Gran Sasso, attraverso il quale si è svolto l’esperimento, l’Italia ha contribuito con uno stanziamento oggi stimabile intorno ai 45 milioni di euro”.

Ed è su questo passaggio che si è scatenata l’ironia della rete. I ricercatori per una università Pubblica, Libera, Aperta (www.rete29aprile.it) ironizzano così: “Non ce ne eravamo accorti, ma il ministero dell’Istruzione dell’università e della ricerca italiano ne è sicuro. Esiste un tunnel di 732 Km tra il Cern di Ginevra e il Gran Sasso e non lo sapevamo”.

Tra i messaggi su Twitter invece si legge: “Code di neutrini in ingresso al Gran Sasso si consigliano percorsi alternativi”, scrive Gba mediamondo. «Un attimo. Ma non è che esiste davvero un tunnel segreto?”, si chiede Ezekiel. Mentre Slan osserva che “i neutrini hanno fatto la Tav alla faccia nostra”. E ancora. Per Fabius “il ‘tunnel Gelmini’ fa parte di una rete di passaggi segreti che collegano le residenze del premier”. Su Facebook è stata aperta subito una pagina “Il tunnel della Gelmini”. Le adesioni crescono di ora in ora.

Non esiste ovviamente alcun tunnel di 780 chilometri fra Ginevra e Abruzzo: il fascio di neutrini ha viaggiato penetrando la crosta terrestre.