- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Via libera all’eliminazione delle province

Giulio Tremonti

Dal governo sì all’eliminazione delle Province.

Il consiglio dei ministri approva l’abolizione delle province e pareggio di bilancio in costituzione. La norma sugli enti territoriali dovrebbe prevedere la soppressione delle Province e la creazione, al loro posto, delle Città metropolitane.

Il provvedimento, in otto articoli, stabilisce che “dall’attuazione della presente legge costituzionale deve derivare in ogni Regione una riduzione dei costi complessivi degli organi politici ed amministrativi”. Disposizioni che si applicheranno anche alle Province delle Regioni a statuto speciale, escluse quelle autonome di Trento e Bolzano.

Tra le altre norme approvate dal Cdm c’è anche l’introduzione in Costituzione del pareggio di bilancio. “Il principio sarà introdotto nella parte prima della Costituzione su diritti e doveri dei cittadini – ha spiegato il ministro dell’Economia -. Non sarà solo un criterio contabile, ma un principio ad altissima intensità politica e civile. E’ nell’interesse del nostro paese”.

In riferimento, invece, alla manovra approvata nella giornata di ieri in Senato sono arrivati all’Italia gli apprezzamenti dell’Ocse. “La manovra italiana contiene misure molto importanti che vanno nella giusta direzione – ha detto il capo economista dell’Ocse Pier Carlo Padoan -. In particolare, l’iscrizione del pareggio di bilancio nella Costituzione, l’allungamento dell’età pensionabile delle donne, e l’abolizione di fatto delle Province sono misure che dureranno nel tempo, e che daranno una sterzata giusta all’economia italiana, aumentando la credibilità e la fiducia“.