- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Un anno di prigione e novanta frustate

– Un anno di prigione e novanta frustate.

E’ questa la condanna inflitta a Marzieh Vafamer, attrice iraniana e protagonista del film My Teheran for sale.

La notizia è stata diffusa da kalame.com. L’avvocato dell’attrice ha però presentato appello alla sentenza.

Marzieh era già stata arrestata a luglio e poi rilasciata dietro pagamento di cauzione a causa dello stesso film. La pellicola, prodotta in collaborazione con l’Australia, è la storia di un’attrice che vive a Teheran e alla quale viene vietato di lavorare in teatro. La donna così, pur di esprimersi artisticamente, è costretta a vivere in clandestinità. Poi l’incontro con Saman, iraniano diventato cittadino australiano, che le dà la possibilità di rifarsi una vita all’estero.

Il film, molto criticato dai conservatori, mostra la difficoltà che incontrano i giovani iraniani per riuscire a far valere la libertà culturale.