- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Villa Lusi diventa bene comune, al via le procedure

Riceviamo e pubblichiamo - La villa di Lusi a Genzano si avvia a diventare un bene della collettività. Ieri, insieme al consigliere Tonino D’Annibale ho visitato l’immobile accompagnato dal curatore giudiziario, dal sindaco del comune castellano Alfredo Gabbarini e all’assessore comunale al patrimonio Bruno Romagnoli per un primo sopralluogo.

Si tratta di un costruzione di notevolissimo pregio, affacciata sul lago di Nemi e circondata da un grande parco di cinque ettari di bosco secolare che degrada verso il bacino lacustre.

L’immobile, che il senatore, come è noto, ha abitato con la sua famiglia, è tra quelli acquistati con i fondi derivanti dai rimborsi elettorali dell’ex Margherita, di fatto con soldi pubblici. Costruita nei primi del ‘900 è di oltre 900 metri quadri ed è stata ristrutturata a fondo e con materiali di pregio.

Per volontà dello stesso Lusi sono state avviate le procedure per definire il passaggio della proprietà tra i beni del Comune dei Castelli.

Il percorso è tracciato e dovrebbe concretizzarsi nelle prossime settimane. Spero che non sorgano intoppi e che tutto questo percorso si chiuda in breve tempo. Questa soluzione chiuderebbe infatti una brutta vicenda nel modo migliore. La villa che è stata di proprietà del costruttore Marchini e per un periodo abitazione del calciatore Ciccio Cordova che sposò la figlia Simona, è di grandissimo pregio e si presta a diventare spazio per iniziative di carattere culturale non solo a carattere comunale.

L’amministrazione sta già valutando varie ipotesi per il suo utilizzo pubblico con l’occhio attento a valutare progetti capaci di autofinanziarsi visto che la manutenzione ordinaria della villa e del parco e molto onerosa.

Esterino Montino
Capogruppo del Pd in consiglio regionale