- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Ok a interventi per cinema e audiovisivo

- Via libera dalla commissione Cultura, spettacolo e sport del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Veronica Cappellaro (Pdl), all’individuazione degli interventi da realizzare in materia di qualificazione delle attività cinematografiche ed audiovisive.

Lo schema di delibera, che ha ottenuto questa mattina parere favorevole a maggioranza, torna ora in giunta per l’approvazione definitiva.

Come ha spiegato l’assessore alla Cultura Fabiana Santini, il provvedimento si inserisce nell’ambito degli interventi a sostegno della promozione della cultura cinematografica e audiovisiva nel Lazio.

Siamo intervenuti in maniera razionale – ha precisato – sostenendo solo quattro progetti, per un importo complessivo di 550 mila euro. Due di essi fanno riferimento ai David di Donatello e ai Nastri d’argento, un altro si lega alla collaborazione con l’Anec Lazio, attiva da anni e importantissima per l’assessorato, che quest’anno promuove l’iniziativa ‘Nel Lazio il cinema gira’.

Infine portiamo avanti la convenzione con la Casa del cinema di Roma, luogo deputato ad accogliere nel corso della stagione numeros

how to get your ex back [1]

e attività cinematografiche”.

Il vicepresidente della commissione Enzo Foschi (Pd), nell’esprimere voto favorevole sul provvedimento, ha sollecitato la convocazione a breve di una commissione dedicata ad approfondire la questione della costituzione del Centro regionale per il cinema e l’audiovisivo previsto dalla legge di riforma del cinema recentemente approvata in Consiglio (legge 35/12).

La necessità di conoscere l’orientamento della Giunta sull’istituzione dell’ente è stata espressa anche dalla consigliera  Giulia Rodano (Idv), che ha manifestato parere contrario sullo schema di delibera non condividendone la scelta di fondo: “la legge 35 non dovrebbe servire a sostenere iniziative dirette, ma progetti che vengono dal basso o la conservazione della cultura cinematografica”.Contestata, in particolare, l’eccessiva onerosità della convenzione con la Casa del cinema in considerazione della ristrettezza delle risorse e della difficoltà in cui versa il territorio.

Un plauso all’iniziativa è stato espresso, invece, dal consigliere Luigi Abate (Lista Polverini), che ha manifestato apprezzamento per gli interventi messi in atto dalla Giunta a sostegno delle categorie e dell’indotto che ruotano intorno al cinema. “Si tratta -  ha sottolineato – di un comparto particolarmente sofferente nel Lazio”.

zp8497586rq