- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

“Serve intervenire sull’agricoltura burocratica”

- “Intervenire sull’agricoltura burocratica che oggi rappresenta la più grande calamità cui gli agricoltori debbono far fronte”.

Così il consigliere regionale Pdl Daniele Sabatini, in qualità di vicepresidente della commissione permanente regionale Politiche comunitarie e di membro della commissione Agricoltura, è intervenuto durante la riunione odierna della commissione che vedeva come unico punto all’odg l’attuazione del programma Feasr 2007-2013 e prospettive relative al programma 2014-2020.

“Occorre intervenire sui processi decisionali e aggiudicativi dei finanziamenti del Per (Programma regionale di sviluppo rurale). Non è possibile – stigmatizza – che un’azienda agricola debba avviare un percorso telematico e illusorio con i Caa (Centri di assistenza) presenti sui territorio per poi vedere la propria pratica Psr girovagare per uffici decentrati e direzione regionale sino alla Agea, organo erogatore, per un iter pesante e costoso – in termini economici e di competitività – che spesso si attesta sui 24-48 mesi.

La delicata fase economica che stiamo vivendo, i problemi di natura climatica e fitosanitaria sono già dei pesi importanti per i nostri imprenditori.

A livello nazionale – conclude Sabatini – il ministro alle Politiche agricole Nunzia De Girolamo ha già avviato un percorso che va nella giusta direzione. La Regione Lazio, che ha molte delle competenze e delle responsabilità in tal senso, non può sottrarsi dalla predisposizione di  un piano per la semplificazione degli atti e la deburocratizzazione delle procedure”.