- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Pescara, esplode fabbrica di fuochi d’artificio

L'esplosione della fabbrica di fuochi d'artificio a Picciano

- Macerie, calcinacci e campi in fiamme.

E’ questo lo scenario che si presenta subito dopo l’esplosione di una fabbrica di fuochi d’artificio nel pescarese, a Picciano vicino Città Sant’Angelo.

Al momento il bilancio è di un morto, tre dispersi e otto feriti. La vittima è Il figlio 22enne del titolare Di Giacomo.

I dispersi sono invece Mauro Di Giacomo, 45 anni, padre della vittima e titolare della ditta, Federico di Giacomo, fratello del titolare e Roberto Di Giacomo di cui non si conosce ancora il grado di parentela.

Due degli otto feriti, invece, sarebbero gravi, ma non in rischio di vita.

“S’è sprigionato un grande incendio delle sterpaglie circostanti ed è necessario verificare anche alcune abitazioni vicine ha detto il portavoce dei vigili del fuoco, Luca Cari.

Sul posto sono impegnate cinque squadre dei vigili del fuoco, l’elicottero di Pescara e si è in attesa di altri aiuti “perché la situazione è ancora critica e potrebbero esserci altre esplosioni”.

La Procura di Pescara aprirà un’inchiesta con l’ipotesi di reato di disastro colposo e omicidio plurimo a carico di ignoti. Sul posto al momento il pm Anna Lisa Giusti e il procuratore aggiunto Cristina Tedeschini.