- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Pullman precipita da viadotto, 39 morti

Pullman precipita da viadotto, 39 morti.

39 morti e dieci feriti. E’ questo il bilancio, secondo quanto riferito dal ministro dei trasporti e infrastrutture, Maurizio Lupi, dell’incidente avvenuto ieri sera intorno alle 20.30 su un viadotto della A16 Napoli-Canosa, nella zona di Monteforte Irpino (Avellino).

Stando alle prime informazioni raccolte, un pullman con a bordo una cinquantina di persone, tra le quali numerosi bambini, sarebbe piombato su varie auto incolonnate, quindi avrebbe sfondato il guardrail e con un volo di circa 30 metri sarebbe precipitato nella scarpata sottostante.

Il pullman era partito da Telese Terme (Avellino) ed era diretto nel Napoletano. I passeggeri venivano da Giugliano in Campania, Mugnano di Napoli e Marano ed erano stati tra l’altro a Pietrelcina, paese natale di Padre Pio, in provincia di Benevento. Tra le vittime ci sarebbe anche l’autista.

Da quanto si apprende, l’automezzo sarebbe spaccato in due. La parte superiore è un ammasso di lamiere contorte, quella inferiore è piegata. La cabina di guida è completamente distrutta, mentre diversi sedili sono stati strappati dall’urto e proiettati nella boscaglia.

I feriti, tutti in gravi condizioni,  sono ricoverati all’ospedale di Avellino e di altri comuni limitrofi. Tra loro ci sarebbero anche cinque bambini, ricoverati al Santo Bono di Napoli.

Nell’urto con le sei automobili, prima di precipitare, il pullman avrebbe provocato anche il ferimento di 14 persone che erano nelle macchine. Nessuna di queste sarebbe in gravi condizioni. 

La procura di Avellino ha aperto un’inchiesta per omicidio colposo plurimo e disastro colposo. Gli accertamenti giudiziari serviranno a far luce non solo su eventuali responsabilità dell’autista, che è morto nell’incidente, ma anche sulle condizioni tecniche dell’autocorriera. Inoltre, sarà verificato il corretto segnalamento dei cantieri autostradali presenti nella zona e la qualità tecnica della barriera di protezione che è stata abbattuta dall’autobus.