- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Santiago, macchinista accusato di “omicidio per imprudenza”

Il treno deragliato in Spagna

- Il macchinista del treno deragliato vicino a Santiago de Compostela [1] è stato accusato di “omicidio per imprudenza”.

A farlo sapere il ministro della Giustizia spagnolo, Fernandez Diaz. Nell’incidente hanno perso la vita circa 80 persone tra cui il 25enne siciliano Diego Lombardo.

“Ci sono elementi razionali che ci portano a pensare che il conducente possa avere eventuali responsabilità” ha detto il ministro.

Il conducente era stato arrestato già giovedì sera. Il treno, al momento dell’impatto, viaggiava a una velocità di circa 190 chilometri orari, ben al di sopra del limite previsto in quel tratto che è di 80 chilometri orari.

Non è chiaro se i freni siano stati premuti o non abbiano funzionato. Il macchinista non ha rilasciato nessuna dichiarazione al riguardo.

Ma tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti c’è anche quella secondo cui il conducente possa essersi distratto perché occupato in una conversazione al cellulare.

Il macchinista dovrebbe comparire comparire davanti ai giudici entro domani.