- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Usa e Gb: “Pronti ad attacco entro dieci giorni”

Siria

Usa e Gran Bretagna pronti ad attaccare.

La marina britannica sarebbe pronta a unire le forze con gli Stati Uniti per un eventuale attacco missilistico in Siria, in uno degli sviluppi possibili in risposta all’escalation dopo il presunto attacco chimico a Damasco dello scorso 21 agosto, e che potrebbe partire già a giorni.

A riferirlo la stampa britannica. Il Daily Telegraph online, infatti, cita fonti governative britanniche secondo cui continueranno i contatti tra il premier David Cameron e il presidente americano Barack Obama a riguardo. Viene precisato inoltre che nel caso in cui una decisione in questa direzione venga presa, l’azione militare potrebbe partire entro la prossima settimana.

La Casa Bianca smentisce le voci di un attacco. “Il presidente Barack Obama non ha preso alcuna decisione di passare all’azione sul piano militare”, hanno riferito le fonti presidenziali riservate da Washington.

Il segretario di Stato americano John Kerry ha telefonato al segretario generale dell’Onu alle sue controparti inglese, francese, canadese e russa per dirgli di avere “molti pochi dubbi” sull’uso di armi chimiche nell’attacco in Siria del 21 agosto.

Nel frattempo, la Russia ha messo in guardia oggi gli Stati Uniti sulle conseguenze “estremamente gravi” che avrebbe un eventuale intervento militare in Siria.