- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

Stop al calo del reddito disponibile delle famiglie

Roma - Il calo del reddito disponibile delle famiglie italiane si ferma.

Dopo una discesa del 10% tra il 2008 e il 2013, tornerà a crescere nel 2015 e nel 2016 dell’1% annuo.

A rilevarlo è l’Osservatorio Prometeia sui Risparmi delle famiglie italiane.

Inoltre, sottolinea l’osservatorio, potrebbe crescere la propensione al risparmio e nel 2016 potrebbe toccare i livelli del 2009.

Così si avvicinerebbe nuovamente ai livelli medi dell’area euro. Si passerà dall’11,8% del 2012 al 12,8%. La media in Europa è del 13%.

“La previsione contenuta nell’Osservatorio 2014 – si legge nel documento Prometeia – ipotizza che la propensione al risparmio potrebbe crescere per tutto il triennio di previsione, anche quando il reddito disponibile tornerà ad aumentare, riportandosi vicino ai livelli del 2009”.

“Perdurerebbe – in questo caso – la tendenza in corso all’aumento della quota di reddito risparmiata come risposta di natura precauzionale, in uno scenario ancora molto debole del mercato del lavoro, e con l’obiettivo di ripristinare il valore della ricchezza, finanziaria e immobiliare, erosa durante la lunga crisi. I maggiori flussi di risparmio dovrebbero inoltre contribuire alla crescita delle attività finanziarie, stabilizzandone la dinamica che nel prossimo triennio potrebbe approssimarsi al 4 per cento medio annuo” si legge ancora.

In italia si risparmia anche usando le nuove tecnologie. Le aziende dannosempre più importanza al web e alla gestione on line.

“L’evoluzione tecnologica delle famiglie – si legge sul documento Prometeia – è veloce e sta cambiando il sistema di riferimenti e le attese delle famiglie stesse. La crescente diffusione di mobile devices (smartphone e tablet) ha subito in questo ultimo anno una brusca accelerata e sta impattando in modo significativo sulla vita delle persone e delle aziende”.

In questo modo “l’evoluzione della tecnologia digitale disegna nuovi spazi e nuove forme di dialogo e di interazione con il consumatore, non solo per piccole pattuglie di early user”.