- Corriere2000 - http://www.corriere2000.it -

“Lavoro, Sel pronta a scendere in piazza”

Roma

Roma – Riceviamo e pubblichiamo – Non è con la modifica dell’??articolo 18 che si creano posti di lavoro.

Renzi lo sa, come sa che a frenare gli investimenti non è il tema dei diritti dei lavoratori. Il provvedimento sul lavoro che il governo intende portare in Parlamento, al di là dell’??esito delle votazioni e al di là degli attacchi ai sindacati e della demagogia con cui si liquida chi dissente, resta un vero e proprio attacco al lavoro, che comprime i diritti, cristallizza la precarietà e non consente in nessun modo di invertire la rotta rispetto al quadro descritto dai dati Istat, giusto pochi giorni fa.

E ‘evidente che in una situazione di sofferenza enorme, come quella che vivono i Comuni, gli enti locali, le persone, le piccole e medie imprese, non basterà un voto favorevole in aula per fermare le inevitabili mobilitazioni.

??”La gente è con me”?, dice Renzi, ma dai territori di tutta Italia cresce invece la sfiducia e anche la rabbia per il cambiamento tradito.

Quella sul tavolo non è che una riforma dettata dalla Troika e dalla Merkel con l’obiettivo di spazzar via la cultura dei diritti, delle garanzie e del potere contrattuale dei lavoratori, propria del modello sociale italiano ed europeo del secondo dopoguerra. Nessun riferimento a misure di sostegno del reddito nei periodi di disoccupazione, nessun riordino della miriade di forme contrattuali precarie, nessuna via per ridistribuire il reddito in questo paese.

Sinistra Ecologia Libertà è senza alcun dubbio dalla parte dei sindacati e dei lavoratori pronta a scendere in piazza, a partire da sabato 4 ottobre (a piazza SS Apostoli- Roma) e in tutte le mobilitazioni che attraverseranno il paese.

Giancarlo Torricelli, coordinatore Sel Lazio